Radiologia Digitale

Descrizione

modalità digitale di acquisizione dall'immagine RX che, a differenza della meno recente tecnica analogica, permette di sfruttare software e hardware abili all'archiviazione di immagini e alla loro modificazione post-acquisizione.

A cosa serve

permettono al medico di esaminare l’interno del corpo del paziente. Ciò può essere utile per osservare l’estensione del danno causato da un infortunio, fratture comprese. Permettono anche di individuare masse nei tessuti molli, cosa che può portare alla scoperta di tumori o altre malattie

Come viene eseguita

Le procedure per una radiologia digitale sono molto simili a quelle per una radiografia tradizionale: cambia la tecnologia.
La radiazione passa comunque attraverso il corpo, formando un’immagine in base a quanta radiazione attraversa i vari organi, ma per catturare l’immagine si usano sensori digitali al posto della pellicola fotografica. Questi sensori sono in grado di convertire l’immagine in formato digitale in tempo reale, visualizzando immediatamente l'immagine al computer.

Quanto dura

La durata dell’esame è variabile a seconda della zona da radiografare, in genere può richiedere:

  • 10 minuti per l’apparato muscolo scheletrico
  • 20 – 35 minuti per l’apparato digerente
  • 5 – 20 minuti per l’apparato urinario

A chi si rivolge

Controindicato in gravidanza

Vantaggi

  • Chiarezza: le radiografie digitali sono in grado di produrre immagini di altissima qualità, grazie alle quali il medico o può osservare la parte del corpo scansionata in modo molto preciso.
  • Minore esposizione alle radiazioni
  • le radiografie digitali non solo producono immagini ad alta definizione nel giro di pochi secondi, ma lo fanno con una dose inferiore di radiazioni, cosa importantissima per il paziente.
  • Velocità: i risultati sono disponibili per essere consultati immediatamente.
  • Eliminazione dell’uso di sostanze chimiche per il trattamento e lo sviluppo della pellicola.

Effetti collaterali

Nessuno

Limite

Togliere oggetti metallici quali ponti dentari mobili, orecchini, orologi, catenine, piercing, anelli nella zona da esaminare, che altrimenti impedirebbero ai raggi X di esaminare quello che c’è sotto.

Centro Diagnostico e Fisioterapico - La Fenice S.P.A. - CF e P.iva 02055330449 - Privacy & Policy - Direttore sanitario dott. Giuseppe Tanfani