Podologia

Il podologo è un professionista della Sanità, che tratta tutte le patologie del piede, doloroso e non.

Il podologo è lo specialista, provvisto di idonea laurea in podologia (appartenente alla classe delle lauree della riabilitazione) che si occupa della prevenzione e della cura di tutte le patologie del piede, dalle più semplici alle più complesse.

Oltre che da solo, il podologo opera spesso in sinergia con altri medici, soprattutto in caso di presenza di disturbi reumatici, diabetici, neuropatici, arteriopatici e di altro tipo, integra nel lavoro di prevenzione e terapia e può indirizzare il paziente verso lo specialista più adeguato a trattare e risolvere il suo problema.

Può prestare anche assistenza domiciliare alle persone disabili e agli anziani in difficoltà nella deambulazione.

È indispensabile fare un’indagine accurata della patologia, un check up accurato per trovare la causa e individuare delle strategie di cura mirate a risolvere la problematica.

Lo studio approfondito del piede, dell’appoggio, del cammino e della postura è di fondamentale importanza per il conseguimento del benessere e della salute del piede e della persona, sia in presenza di patologie o situazioni dolorose dell’anziano, dell’adulto e del bambino, sia negli sportivi.

Per raggiungere una definizione corretta della problematica, è necessario eseguire innanzitutto un completo esame obiettivo del piede.

Andando nel dettaglio i compiti svolti dal podologo sono:

  • analisi del piede: struttura, funzioni e patologie;
  • svolge analisi strumentali del piede come l’esame podoscopico e l’esame baropodometrico;
  • individua possibili patologie del piede;
  • si occupa della cura di diverse patologie come le unghie incarnite, la callosità, le verruche, alterazioni ungueali;
  • realizza dispositivi per correggere la forma delle unghie;
  • realizza dispositivi per correggere l’allineamento scorretto delle dita del piede presente in alcune patologie come l’alluce valgo e il dito a martello;
  • realizza ortensi plantari per allevariare e curare alcune patologie dolorose;
  • svolge attività educativa per i soggetti con patologie che possono procurare anche disturbi al piede(ad esempio il diabete);

Alcune patologie trattate dal podologo sono:

  • Metatarsalgie;
  • Neuroma di Morton;
  • Spina calcaneale;
  • Fascite plantare;
  • Piede diabetico;
  • Piede Vascolare;
  • Piede Neuropatico;
  • Piede Artrosico;
  • Piede Reumatico;
  • Piede Pediatrico;
  • Alluce Valgo;
  • Dito a martello;
  • Sindrome Pronatoria;
  • Sindrome Supinatoria.

Il podologo tratta le seguenti patologie:

  • Ipercheratosi: è un ispessimento cutaneo caratterizzato dalla stratificazione di cellule morte (cheratina) localizzato in un punto (occhio di pernice) oppure esteso su un area più vasta (tiloma). Rappresenta la risposta fisiologica della pelle all’eccessiva pressione e/o frizione. Si riferiscono dolori associati spesso ad infiammazione dei tessuti circostanti soprattutto durante la deambulazione e con l’utilizzo di calzature strette. Il podologo interviene valutando e individuando la causa. In seguito rimuove l’ispessimento con un trattamento indolore attraverso l’utilizzo di lame (bisturi) e frese opportune.
  • Onicomicosi: presenza di cellule funginee sulla lamina o sul letto ungueale causata da dermatofiti, lieviti o muffe. Può interessare l’apparato ungueale in modo parziale o totale. L’unghia parassitata non necessariamente è causa di sintomatologia dolorosa. Può apparire ispessita, scolorita e friabile. Il podologo agisce con avulsione dell’unghia interessata (trattamento assolutamente indolore) e individua la terapia più opportuna. Il trattamento podologia, coadiuvato dalla terapia farmacologica, ottimizza i tempi di guarigione.
  • Unghia incarnita: è una lesione dei tessuti periungueali causata da una porzione di lamina ungueale che si infiltra negli stessi. Può dipendere da un taglio scorretto dell’unghia, da anomalie a carico della lamina o da alterazioni della deambulazione. Dolore acuto localizzato  e infiammazione dei tessuti circostanti con possibilità di sovrainfezione. Il podologo risolve la sintomatologia e compie la rieducazione ungueale. Egli  rimuove la porzione ungueale infiltrata e sceglie l’ opportuna terapia locale ed eventuale rieducazione ungueale.
  • Piede diabetico: Il diabete è una vera e propria sindrome che coinvolge più distretti. Le patologie che più spesso compromettono la funzione o la struttura del piede sono la neuropatia e l’arteropatia. La neuropatia toglie sensibilità alle estremità, portando alterazioni alla postura e rendendo insensibili a vari tagli, ustioni, cuciture presenti all’interno della scarpa. Privo di sensibilità il paziente si espone facilmente a lesioni che non cicatrizzano facilmente a causa dell’arteriopatia (altra complicanza del piede diabetico), malattia che danneggia le arterie che scorrono nelle gambe e i capillari del piede.

I tessuti in questo caso sono poco irrorati, quindi i tagli o le ferite non cicatrizzano, le infezioni non sono facilmente combattute dalle difese naturali e si può andare incontro a necrosi, cioè alla morte dei tessuti.

Il podologo in questi casi ha il compito di effettuare atti preventivi per evitare al paziente affetto da queste patologie di subire delle amputazioni.

Info e Prenotazioni

telefono :

0734 904711

email :

info@centrodiagnosticolafenice.it

Orario d'apertura

Lunedì - Venerdì

Mattina : 8.30 - 13.00

Pomeriggio : 14.00 - 19.30

Sabato : 8.30 - 13.00

Medici del reparto :

Centro Diagnostico e Fisioterapico - La Fenice S.r.l. - CF e P.iva 02055330449 - Privacy & Policy